Crescita imprenditoriale – il caso Unilever
Acquista ora

Crescita imprenditoriale – il caso Unilever

CRESCITA IMPRENDITORIALE
IL CASO UNILEVER

Il 2 settembre 1929 venne segnato l’accordo definito dalla nota rivista inglese “The Economist” come ‘la più grande fusione industriale della storia in Europa’; tale fu la fusione tra il gruppo olandese Margarine Unie, operante in Europa ed Olanda, ed il gruppo Lever Brothers, presente in Europa ed UK.

Alla Unie era riconosciuto il monopolio della margarina e dei grassi commestibili; alla Lever quello del sapone e degli oli alimentari.Le rispettive catene di produzione erano tanto simili quanto lo era il mercato di riferimento.C’era affinità sia in termini di obiettivi aziendali che geografici: dopo vani tentativi di divisione equa del mercato europeo, americano, africano e del resto del mondo, i due colossi capirono che, per tutelare ed accrescere il rispettivo business, una collaborazione su larga scala era d’obbligo.Si intavolò un accordo che prevedeva che i costi e i ricavi venissero suddivisi al 50%; che il CEO della prima azienda divenisse vice-CEO della seconda e viceversa; che lo sviluppo delle strategie per tutte le ottantasette consociate, l’esecuzione e la supervisione della stesse venissero effettuate di comune accordo.Nacque così la Unilever, divisa in Unilever N.V.(controparte Olandese) e Unilever Public Limited Company (controparte UK).

Acquista ora
Dispute resolution mechanisms in materia di doppia imposizione internazionale ed europea
Acquista ora

Dispute resolution mechanisms in materia di doppia imposizione internazionale ed europea

Dispute resolution mechanisms in materia di doppia imposizione internazionale ed europea

di Fabrizio Musci

Negli ultimi decenni l’economia mondiale ha vissuto profonde trasformazioni che, naturalmente, riverberano i propri effetti anche sul fronte della tassazione della ricchezza prodotta.
Le problematiche tipiche (evasione, elusione, trasferimento delle basi imponibili) sono divenute viepiù complesse in considerazione del fatto che la stessa individuazione dei luoghi di produzione del valore è resa più incerta dall’utilizzo del web, che è divenuto in breve tempo il canale principale di creazione della ricchezza.
Accanto alla lotta all’evasione, all’erosione della base imponibile e alla pianificazione fiscale aggressiva, la Commissione europea ha ritenuto necessario, in un mercato sempre più unico e globalizzato, garantire un maggiore dinamismo dei sistemi fiscali, al fine di favorire la crescita economica e potenziare la competitività delle imprese europee.
L’Opera (aggiornata al Decreto legislativo n. 49/2020, entrato in vigore il 25 giugno che ha recepito la direttiva UE 2017/1852) esamina, dopo aver approfondito i principi di determinazione dei prezzi di trasferimento, le importanti novità in ambito internazionale in tema di MAP (Mutual Agreement Procedures) esattamente, procedure amichevoli fra Stati finalizzate a risolvere in modo sostanziale e rapido le controversie sorte in materia di doppia imposizione.
Il libro sottopone a sottile analisi, inoltre, l’APA (Advance Pricing Agreements) ossia l’utilizzo di accordi che mirano a prevenire l’insorgere di potenziali controversie in materia di transfer pricing, soprattutto nella sua più ampia accezione, cioè di accordo multilaterale che coinvolge due o più Amministrazioni Finanziarie dei Paesi in cui le società risiedono.
Si è tenuto, altresì, conto della Convenzione multilaterale del giugno 2017 che ha permesso di inserire le misure sviluppate nel progetto BEPS in seno all’OCSE nei trattati bilaterali, mettendo a disposizione dei governi uno strumento molto più snello, rapido ed efficace dei dispendiosi negoziati bilaterali. Il presente contributo, non ha mancato di esaminare le proposte formulate volte all’“armonizzazione” della base imponibile a livello comunitario.
Il testo, in definitiva, offre un’utilità apprezzabile agli operatori di settore ma anche a chi voglia tentarne un primo approccio.

Acquista ora
Percorsi di Diritto amministrativo
Acquista ora

Percorsi di Diritto amministrativo

Percorsi di Diritto amministrativo

di Fabio Di LorenzoVincenza Lioniello
con prefazione del Prof. Erik Furno

Il diritto amministrativo è in rapida evoluzione, sia per le continue riforme normative, sia per l’elaborazione giurisprudenziale, la quale, anche sotto la spinta del diritto comunitario, contribuisce in modo incisivo all’evolversi di molteplici istituti, anche di quelli ritenuti consolidati.
L’opera affronta con taglio pratico alcuni tra i temi più attuali, che testimoniano i profondi mutamenti del diritto amministrativo negli ultimi anni, sia sul versante normativo che su quello giurisprudenziale.
La prima parte è dedicata al tema dell’immigrazione, oggetto di numerose riforme normative e di rilevanti interventi giurisprudenziali. Sono affrontate le tematiche dell’immigrazione regolare, di quella irregolare, del diritto di asilo e della protezione internazionale, nonché il tema attualissimo dei respingimenti.
Nella seconda parte è trattato il tema dei titoli edilizi, con l’analisi delle varie tipologie di titoli, moltiplicati per effetto delle riforme degli ultimi anni, e con attenzione anche per l’area residuale dell’attività edilizia libera.
Nella terza e ultima parte è trattata la disciplina degli enti locali, con la disamina delle questioni più attuali e controverse riguardanti gli organi, i livelli di autonomia, la disciplina delle fonti, i controlli, e l’attività amministrativa a livello locale, con particolare attenzione all’elaborazione giurisprudenziale, che svolge un fondamentale compito di rilettura e adeguamento degli istituti rispetto al nuovo quadro costituzionale costituito dal riformato Titolo V della Costituzione.

Acquista ora
IL MANAGEMENT DELLE AZIENDE PUBBLICHE
Acquista ora

IL MANAGEMENT DELLE AZIENDE PUBBLICHE

IL MANAGEMENT DELLE AZIENDE PUBBLICHE

di Antonella Ferraro, Anna Maurodinoia e Gavino Nuzzo

Convenzionalmente le amministrazioni pubbliche appartengono all’ambito delle discipline giuridiche o dell’economia politica. In passato era inconcepibile anche soltanto pensare di applicare le linee guida appartenenti alle aziende private alla pubblica amministrazione. Tale argomento ha dato il via a numerosi dibattiti e alla conseguente presenza d’innumerevoli opinioni di solito contrastanti. Odiernamente vi sono figure miranti alla gestione in qualsiasi organizzazione, sia essa privata o pubblica, proiettata al profitto o senza scopo di lucro. Tutto ciò ci consente di elaborare delle riflessioni culturali da una parte, costringendoci, quasi, a rivisitare la definizione di management, dall’altra. Sia le innumerevoli e innovative riforme appartenenti agli anni ’90 del secolo scorso, sia le più recenti introduzioni quali la Riforma Brunetta (2009) e la Riforma Madia (2015) hanno comportato un radicale e significativo allontanamento dal quadro normativo e dall’orientamento culturale appartenente alla tradizione. Orbene, con la presente Opera gli Autori vogliono sottoporre a sottile analisi temi particolarmente convulsi dell’economia, in particolare la trattazione spazia dal welfare state al new public management, per poi affrontare il delicatissimo tema del principio di trasparenza e il ruolo del responsabile della prevenzione della corruzione. Il testo, in particolare, affronta lo studio dei fattori fondamentali della strategia aziendale, precisamente la figura chiave del manager e i processi decisionali che orbitano attorno a tale figura. Il testo rappresenta un’autentica bussola per gli operatori del settore al fine di dare loro i giusti orientamenti nella, non poco complessa, disciplina del management estremamente diffusa in molteplici ambiti e settori pubblici.

Acquista ora
IL TRADING ALGORITMICO AD ALTA FREQUENZA: UN’ANALISI GIURIDICO-ECONOMICA
Acquista ora

IL TRADING ALGORITMICO AD ALTA FREQUENZA: UN’ANALISI GIURIDICO-ECONOMICA

IL TRADING ALGORITMICO AD ALTA FREQUENZA: UN’ANALISI GIURIDICO-ECONOMICA

L’innovazione costituisce per l’apparato sociale il primo e più importante precursore di progresso, e dovrebbe rappresentare uno dei principali strumenti in grado di produrre in modo sostanziale un miglioramento delle condizioni di vita delle persone.
In questo filone si inserisce il presente lavoro di tesi che ha ad oggetto lo studio di un fenomeno tanto innovativo quanto dirompente che ha caratterizzato in modo più che incisivo un particolare settore dell’economia, quello dei mercati finanziari. Più in dettaglio, nel presente elaborato si intende analizzare il funzionamento e la regolamentazione della cosiddetta negoziazione algoritmica ad alta frequenza (high-frequency trading – HFT) con lo scopo di apprezzare come questa tecnica di investimento, che è figlia dell’innovazione tecnologica e che da essa dipende imprescindibilmente, abbia rivoluzionato completamente la finanza; in seconda istanza si pongono interrogativi su quali siano le eventuali implicazioni di tipo giuridico e gli strumenti per far fronte all’esigenza di arginare eventuali diseguaglianze ed abusi.

Acquista ora
Saggi di Diritto Penale Tributario
Acquista ora

Saggi di Diritto Penale Tributario

Saggi di Diritto Penale Tributario

È solo dopo la fine degli anni cinquanta che il diritto penale tributario è caratterizzato da un lento ma progressivo processo di rafforzamento, diretto ad attribuire al diritto penale un ruolo di primo piano nell’azione di contrasto all’evasione fiscale.
Il legislatore ha rafforzato gli istituti volti a dare rilievo al versamento delle imposte evase dopo la consumazione della condotta criminosa, dall’altro, espandendo la rilevanza penale e l’inasprimento del trattamento sanzionatorio, proprio con riferimento alle fattispecie omissive o assimilate; infine ha ripristinato la sussidiarietà mediante l’innalzamento delle soglie di punibilità. Il sistema penale tributario ridisegnato dal D.Lgs. n. 158/2015 non è però esente dalle incongruenze delle scelte di politica criminale oggetto di continue revisioni che incidono sulla linearità del sistema e sulla certezza del diritto e dalla persistenza di aspetti problematici.
Senza ripercorrere la storia della disciplina penale tributaria il volume analizza la riforma della stessa a partire dagli anni duemila sino alle ultimissime riforme (L. 19 dicembre 2019, n. 157, conversione del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili”) e ai recentissimi orientamenti giurisprudenziali nazionali e comunitari.
L’opera si prefigge l’obiettivo di essere non solo un contribuito scientifico conclusivo, ma un laboratorio aperto, un percorso conoscitivo appena intrapreso. Si è garantito un pluralismo metodologico, l’indipendenza, la libertà di opinioni.

Acquista ora