D-Day 22 gennaio 1944

In offerta!

5,3113,50


L’evento eccezionale dello sbarco anglo-americano avvenuto in questi luoghi, con il successivo lungo esilio che coinvolse migliaia di persone, costrette ad abbandonare le loro terre, non ha eguali. Anzio e Nettuno, riunite nel 1939 da un decreto del regime fascista in un solo comune col nome Nettunia, furono sottoposte ad incessanti bombardamenti da entrambi gli schieramenti, riportando ingenti danni al patrimonio edilizio. Solo nel dopoguerra, con le due cittadine, ritornate entità separate e ancora visibilmente martoriate dalla conseguenza del conflitto, si ebbe il rifiorire di negozi, lidi balneari, ristorantini, con una massiccia presenza di villeggianti e turisti, nuovi attori sociali in uno scenario urbano completamente rimodellato dal boom economico. Il ricordo della guerra, con il suo corollario di morte e distruzione, che per cinque lunghi mesi aveva messo a dura prova le due cittadine, arrecando privazioni economiche e disagio sociale nella vita di migliaia di famiglie, sembrava all’improvviso messo da parte, quasi dimenticato. Quella forza e quel desiderio di rimettere in piedi ciò che era stato distrutto per ricominciare a vivere era più forte che mai; eppure, quanto successo, avrebbe segnato le vite dei presenti per sempre, e in modo irreparabile. Le testimonianze qui raccolte dall’autore, utili per una migliore comprensione nella ricostruzione degli eventi stessi, hanno contributo a valutare, attraverso un’ottica inedita, gli effetti crudeli della guerra che ha accompagnato la memoria degli intervistati negli anni successivi al conflitto.

Leggi qui un’anteprima.

Svuota
COD: 6950-086-2-6950-169-2 Categoria:

Info Aggiuntive

Peso250 g
ISBN Ebook

978-88-6950-169-2

ISBN Cartaceo

978-88-6950-086-2

Pagine

192

Anno

2016

Formato

13×21

Allestimento

Brossura

Formato

Cartaceo, E-Book

Lingua

Italiano

Autore

Vitale Franco